• Home
  • Archivio
  • "ALESSANDRO PIERONI DALL’IMPRUNETA E I PITTORI DELLA LOGGIA DEGLI UFFIZI”
Flag of France.svg   Flag of Germany.svg   Flag of the United Kingdom.svg

“COLORIRE NATURALE E VERO. FIGLINE, IL CIGOLI E I SUOI AMICI”

figline-cigoliMostra 18 Ottobre 2008- 18 Gennaio 2009, Figline Valdarno, Palazzo Pretorio - Chiesa dell'Antico Spedale Serristori

"Colorire naturale e vero. Figline, il Cigoli e i suoi amici" è l'esposizione che ha inaugurato il progetto "Città degli Uffizi", grazie al quale straordinarie opere normalmente escluse dal percorso museale tradizionale degli Uffizi, quindi altrimenti non visibili, sono andate ad evocare atmosfere passate in realtà territoriali periferiche, ma tutt'altro che prive di una grande storia culturale e artistica. Ludovico Cardi, detto il Cigoli, ha vissuto un legame forte con Figline Valdarno, in particolar modo per la committenza della famiglia Serristori.

Anche per questo curatori hanno deciso di allestire parte dell'esposizione nella chiesa dell'Antico Spedale Serristori. Questa mostra ha permesso un parallelo tra le opere del Cigoli e le creazioni di altri autori cinquecenteschi con cui l'artista aveva intrattenuto rapporti di diverso tipo durante tutto l'arco della sua vita, come Alessandro Allori, Bernardo Buontalenti, Federico Barocci e Santi di Tito, che influirono molto sulla sua tecnica; ma anche altri, come Gregorio Pagani e Domenico Cresti detto il Passignano, che lo affiancarono da amici nelle sue ricerche. Il Cigoli viene riconosciuto come "l'inventore di una bella e leggiadra maniera" e infatti, basando i propri studi sul "colorire dal vero" e il "disegnar dal naturale", aveva lavorato per raggiungere una nuova maniera che unisse alla narrazione del vero il "decoro" delle morbidezze coloristiche. La grande quantità di bozzetti esposti ha dato l'opportunità di analizzare il processo creativo del Cigoli in opere come il Martirio di San Lorenzo, il Martirio di Santo Stefano, il Sogno di Giacobbe. La mostra ha permesso inoltre un'indagine approfondita di questo grande artista cinquecentesco nel territorio da cui provengono molte delle sue creazioni e ha riportato al pubblico opere che da troppo tempo non godevano della giusta attenzione.

Colorire naturale e vero. Figline, il Cigoli e i suoi amici, catalogo della Mostra (Figline Valdarno 2008), a cura di N. Barbolani di Montauto e M. Chappell, Firenze 2008.

StampaEmail