“IL COTTO DELL’IMPRUNETA. MAESTRI DEL RINASCIMENTO E LE FORNACI DI OGGI”

cotto imprunetaMostra 26 Marzo - 26 Luglio 2009, Impruneta, Basilica e Chiostri di Santa Maria, Loggiati del Pellegrino

In occasione del settimo centenario dalla costituzione dell'Arte di "Mezzinai e Orciai", nata il 23 Marzo 1309, è stata promossa dall'Ente Cassa di Risparmio di Firenze la mostra "Il cotto dell'Impruneta. Maestri del Rinascimento e le fornaci di oggi", per festeggiare un sapere antico che quotidianamente si rinnova e una professione che tuttora produce manufatti di alta qualità artistica. La costituzione di un'Arte come quella dei "Mezzinai e Orciai", la categoria professionale nata intorno alla produzione della terracotta, era un fatto piuttosto insolito perché modellare la terra non era considerata un'espressione di "arte maggiore";

tuttavia si era ormai fatta strada negli artigiani la coscienza di una dignità acquisita, tanto che anche grandi artisti hanno usato il cotto per diffondere stili e tendenze del Rinascimento urbano fiorentino.
L'icona della mostra è stata la Madonna col Bambino del Museo Bardini attribuita a Donatello; la Madonna nonostante lo sguardo preoccupato, fuori dal tempo, avvolge in un morbido abbraccio il Figlio, che intanto porge le sue manine al velo che copre la testa della Madre, forse preso dall'improvviso timore del triste destino che lo attende.
Grandi nomi del Rinascimento fiorentino erano presenti nell'esposizione, come Benedetto da Maiano, Michelozzo di Bartolomeo e naturalmente Luca della Robbia, famoso per le sue terrecotte invetriate. Gli ultimi due artisti hanno lavorato nella Basilica di Santa Maria per la realizzazione dei due tempietti ai lati dell'altare maggiore, di cui il sinistro ospita la miracolosa Madonna dell'Impruneta.
La Basilica e i Chiostri di Santa Maria hanno fatto da scenario alle splendide opere di quest'arte senza tempo, viva e fiorente ancora oggi, come ha dimostrato il percorso espositivo, che ha posto l'accento anche sulla contemporaneità con l'intento di incoraggiare questa produzione artistica e artigianale tanto radicata nell'identità fiorentina e toscana, da non poter rischiare di venire soppiantata da resine e plastiche prive di un così alto concentrato di saper tecnico e di storia.
 
Il cotto dell'Impruneta. Maestri del Rinascimento e le fornaci di oggi, catalogo della mostra (Impruneta 2009), a cura di R. C. Proto Pisani e G. Gentilini, Firenze 2009.

StampaEmail