I territori del Chianti e del Valdarno

Chianti Valdarno Musei è un sistema museale territoriale, che ha dunque nel suo contesto di paesaggi uno degli elementi di principale richiamo, in parallelo alle collezioni contenute nei suoi musei, che di questo stesso territorio sono espressione.

L’interesse culturale delle aree chiantigiana-valdarnese non si esaurisce dunque all’interno dei luoghi di conservazione e valorizzazione delle opere e dei reperti: si tratta di un territorio che merita di essere percorso e scoperto nelle vie dei centri storici, nelle strade di campagna verso antichi santuari e monasteri, nelle sale delle ville, tra i resti delle sue aree archeologiche, dal periodo etrusco a quello medievale.In ognuno dei sette Comuni della rete il patrimonio culturale si manifesta in numerose sfaccettature. Solitamente accessibili, questi siti e monumenti permettono di arricchire la visita al territorio con ulteriori interessanti tappe.Osservare il Chianti dall’alto di una torre panoramica, avventurarsi tra le balze valdarnesi, sostare presso un antico albergo di pellegrini, scorgere tra le colline una versione in miniatura della cupola del Duomo di Firenze, scoprire un antico castello medievale, visitare luoghi cari al Petrarca e al Machiavelli, passeggiare tra le vie del più bel borgo d’Italia.Senza la pretesa di essere esaustivi, presentiamo alcuni dei principali punti di interesse dei Comuni di San Casciano Val di Pesa (capofila), Bagno a Ripoli, Barberino Tavarnelle, Figline e Incisa Valdarno, Greve in Chianti, Reggello e Rignano sull’Arno.

Hai bisogno di maggiori informazioni? 

Sistema Museale del Chianti e del Valdarno –  © 2020. Tutti i Diritti RiservatiCredits
Privacy Policy Cookie Policy